Home Cultura Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

0

Si avvicina il 25 novembre, la data in cui a livello internazionale ricorre la Giornata contro la violenza sulle donne e il Comune di Terranuova celebra questo appuntamento con l’iniziativa “Se ti chiedono di me. Storie di donne e ragazze” (ore 19, biblioteca Le Fornaci).

“Ascoltare e conoscere le storie di chi è vittima di violenza. Ogni azione di sensibilizzazione parte da qui – dice l’assessora alle pari opportunità, Caterina Barbuti – e venerdì ci troveremo alla panchina rossa di fronte alla biblioteca Le Fornaci, luogo simbolo per ricordare i femminicidi. Successivamente ci sposteremo nella sala della biblioteca Le Fornaci per ascoltare le storie delle donne, la loro forza di fronte alla violenza, le testimonianze di vita vissuta, scaturite dalla sinergia tra musicisti e gruppi spontanei di donne che collaborano da tempo alle nostre proposte culturali”.

A seguire è previsto un aperitivo e alle 21 una conferenza spettacolo all’auditorium Le Fornaci.
“Quello della violenza contro le donne è una piaga sociale drammatica e preoccupante – aggiunge l’assessora – ciascuno di noi deve impegnarsi a combatterla con la cultura, la prevenzione e la sensibilizzazione”.
Nei primi sei mesi del 2022 sono state 61 le donne vittime di omicidi volontari. Di queste, il 34% (pari a 21 donne) sono definibili femminicidi intesi, secondo la convenzione di Instanbul, come omicidi in cui le vittime sono donne uccise in quanto donne, perché hanno messo in discussione il loro ruolo nella società o in famiglia. Il 38% delle vittime aveva figli piccoli. Mentre, per quanto riguarda l’autore del reato, si tratta del marito o del convivente nel 56% dei casi, del figlio o del genitore (19%), dell’ex marito (13%), del fidanzato o dell’ex compagno (12%).

Articolo precedenteInaugurato il nuovo Palageo
Articolo successivoLavori bretella Coste-Casello, a breve apertura al traffico del by-pass nell’area del ponte sull’Arno