Home Attualità Digitale, dal PNRR in arrivo 345 mila euro al Comune di Terranuova

Digitale, dal PNRR in arrivo 345 mila euro al Comune di Terranuova

0

Con un’assegnazione di 345mila euro (più 20 mila in fase di presentazione) il Comune di Terranuova si è aggiudicato un importante finanziamento dal Dipartimento per la trasformazione digitale nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

“L’obiettivo – ha detto il consigliere con delega all’innovazione tecnologica, Federico Tognazzi – è quello di migliorare l’esperienza digitale dei cittadini, offrendo soluzioni rapide ed efficaci quando ricercano informazioni, richiedono una prestazione o effettuano un adempimento”.

155 mila euro di contributi riguardano l’esperienza del cittadino nei servizi pubblici (con l’aggiornamento del sito istituzionale in base alle linee guida Agid) con particolare attenzione al fascicolo digitale del cittadino che contiene le informazioni anagrafiche del nucleo familiare, le informazioni relative ai servizi di cui si usufruisce, i documenti tributari e il collegamento ai servizi online della mobilità. Tramite il fascicolo digitale del cittadino è, inoltre, possibile effettuare il monitoraggio dell’agenda on line degli appuntamenti, accedendo tramite Spid o carta d’identità elettronica.

121 mila euro di finanziamento sono destinati all’abilitazione al cloud, con interventi relativi al sistema gestionale in uso dall’ente, 17 mila euro circa sono per l’attivazione tramite app Io di tutti i servizi inerenti l’amministrazione comunale (per un totale di 50 servizi) ed invio di notifiche pop up ai cittadini. La lista è stata predisposta dal Ministero nei diversi ambiti: comunicazioni e avvisi istituzionali, della polizia locale, sulla mobilità e viabilità, memo di appuntamenti con uffici comunali, notizia di ritiro delle tessere elettorali, eventi in città, informazioni relative al sostegno alle famiglie, bonus scuola, centri estivi, avviso scadenza prestito bibliotecario, pubblicazione di bandi di concorso, informazioni di allerta della protezione civile, memo di scadenze tributarie, avvisi del patrimonio, comunicazioni di riduzioni e agevolazioni Tari o Imu, memo di pagamenti di servizi a richiesta.

Al pagamento dei servizi con l’applicativo PagoPA sono destinati quasi 37 mila euro, attualmente sono già stati inseriti 43 servizi erogati dall’ente e, infine, 14 mila euro sono destinati all’ampliamento del servizio Spid e Cie, (è già in essere la possibilità di attivare gratuitamente l’identità digitale presso gli uffici comunali) per accrescerne l’innovazione e l’efficienza.

Articolo precedenteIn biblioteca Le Fornaci domenica 20 novembre si gioca con i libri!
Articolo successivoInaugurato il nuovo Palageo